giovedì 29 dicembre 2011

Christmas is over!

Sorry, è tanto che non scrivo...sono stati giorni frenetici sia sul lavoro che fuori!
Dicembre infatti è il periodo più busy dell'anno in azienda, e per giunta a questo giro è toccato a me tutto il progetto di Natale...il che significa tanta soddisfazione ma anche tanti, tanti straordinari.


Per fortuna la parte peggiore è ormai passata e adesso ho tante novità interessanti da raccontarvi :)

Quest’anno per me Natale è arrivato il 3 Dicembre.

Siamo infatti andati a trovare i miei a Firenze, e senza premeditazione è stata una vera festa, piena di sorprese, regali, e stravizi. Come a Natale, appunto :)

A fine giornata mi sono ritrovata con:
1 nuovo taglio di capelli
1 nuovo cappotto
1 nuova macchina fotografica (!!!)

In realtà il taglio dalla mia Parrucchiera-Di-Fiducia (Colei che taglia e tinge i miei capelli da quando avevo 12 anni) l’avevo prenotato già da 2 settimane. E come sempre non mi ha deluso! Ora ho le meches e un taglio più corto e moderno (era ora!). Grazie di esistere Marisa.





Il giretto in centro che è seguito, e il cappotto che mi sono riportata a casa, invece, non erano proprio previsti! Inutile dire che è un cappotto bellissimo. È stato amore a prima vista, e non c’è stato modo di resistere. È già una storia d’amore solida, e prevedo che sarà duratura: la soddisfazione che il nostro rapporto mi ispira, infatti, non accenna a spegnersi col passare dei giorni…anzi! Sono sempre più contenta di non aver resistito. Che soddisfazione!
Eccolo qui sotto:



Ma la vera sorpresa della giornata, il lieto fine, la maggiore gioia, è stato il regalo che mio Babbo ha voluto farmi. Un regalo anticipato: tanta era la voglia di darmelo che non è riuscito ad aspettare il 25. Un regalo che, mi ha detto, vuole incoraggiare mio entusiasmo per la fotografia, entusiasmo che il mio Babbo condivide (perciò riesce a capire la frustrazione di doversi limitare ad una macchinetta compatta!). Se non ci fosse stato lui, non sarei riuscita a permettermela: una splendida reflex Nikon.
Un regalo anche troppo generoso, che adesso dovrò far fruttare per bene!
A Gennaio inizio un corso di fotografia. E nel frattempo mi sono subito messa a scattare come una pazza. La tecnica e il talento sono gli stessi, ma la macchina per fortuna sopperisce bene alle mie tante mancanze. Il risultato è a mio parere nettamente migliore, lo scatto è più facile, trovare il risultato che cerco molto più semplice…è come guidare una fuoriserie dopo anni al volante di una panda.
Ovvio che guidare una fuoriserie non è facile...mi dovrò allenare. Ma lo faccio con enorme piacere!


Presto alcuni scatti fatti con la mia nuova amica :)

martedì 29 novembre 2011

Ho un nuovo mito

...Lucy Chadwick. Voglio la sua vita! (e la sua casa)


Guardatevi il video diretto da The (Todd) Selby per Zara e rosicate un po' anche voi.
Del resto, come non ammirare (con una punta di sana e costruttiva invidia) una che di lavoro fa l'artista, la proprietaria di una galleria di arte contemporanea, ed è anche una originale icona di stile?

L'unica cosa che non le copierei è il fidanzato capellone. Anche se il mio in certi periodi gli assomiglia vagamente...

In ogni caso brava Lucy e buon lavoro. Chapeau!

mercoledì 23 novembre 2011

Amsterdam's Food

Lunedì mattina, dopo varie vicissitudini, siamo rientrati da un meraviglioso weekend ad Amsterdam.

Siamo stati benissimo...
La città la conoscevo già, è un gioiello, ed anche stavolta non mi ha deluso.
In più, siamo stati fortunati in tutto: il tempo era buono (sabato c'era addirittura il sole!), la stanza che avevamo affitato era carinissima e accogliente, la ragazza che ci ospitava è simpaticissima, abbiamo camminato tanto, visto tanti mercatini di tutti i tipi, e mangiato tante cose buone.

La camera l'abbiamo prenotata su airbnb, un sito dove i privati possono mettere in affitto una stanza o un intero appartamento. I costi sono nella media della città in cui soggiorni, ma per quello che si paga la qualità è molto più alta. Con quello che abbiamo speso, al massimo avremmo potuto dormire in una camerata da 20 in un ostello, invece abbiamo avuto una camera bellissima, luminosa e con una parete tutta finestrata, terrazzino e pouf a due posti da cui guardare la strada sorseggiando un tè.
Il letto era spettacolare, tutto bianco, con copriletto lavorato a maglia di Zara Home e un poggiatesta tubolare enorme riempito di farro (vado matta per queste cose). In camera abbiamo trovato bollitore, té, caffé, tazze e teiera, cioccolatini e una bottiglia di vino con due bicchieri...uno spettacolo. La padrona di casa poi, Renée, è una ragazza bellissima e gentilissima che ci ha dato mille dritte su cosa fare e vedere. E il suo gatto Peku è un coccolone adorabile. Insomma, ci siamo sentiti davvero a casa.

Abbiamo visitato il mercatino delle pulci di Waterlooplein, dove ho comprato dei bulbi in vetro soffiato di vari colori, da cui spero di ricavare una lamapada o un festone; c'erano anche delle bellissime scatole di latta vintage, ma Giuseppe (che portava lo zainetto) mi ha proibito di caricarlo ulteriormente...peccato.

Siamo stati al Museo di Van Gogh (bello ma un po' deludente per l'affollamento e la ridotta estensione dell'esposizione...) e abbiamo percorso a piedi praticamente tutti i canali della città.

Abbiamo passeggiato per il Vondelpark, dove io mi sono infangata i piedi tentando di approcciare le anatre e ho rischiato di essere attaccata da una enorme oca soffiante.

Ma la cosa più godereccia della vacanza è stato il cibo: la mattina Renée ci faceva trovare un meraviglioso smoothie di banana e frutti di bosco appena fatto, e il frigo era pieno di cose buone; a pranzo abbiamo trovato dei localini carinissimi che preparavano dei sani e appetitosi "panini" (chiamarli così è riduttivo) con ingredienti freschi, tante verdure, pane nero e tanti semini! Una sera poi siamo capitati per caso in questo ristorante delizioso, che faceva le migliori costatine di maiale del mondo...erano cotte con una salsina leggermente dolce che le rendeva semplicemente fantastiche...
Abbinamenti da rifare:
1) formeggio caprino, mele verdi, noci, miele e timo
2) humus ai pomodori secchi (buooonooo!) con verdure grigliate e sesamo


Visto quindi che di foto di Amsterdam (molto più belle di quelle che posso avere fatto io) ne avrete già viste tante, ho deciso di postare le foto dei piatti che mi sono piaciuti di più :)

PERDONATE IL POST LUNGHISSIMO!



Our breakfast with Renée's delicious smoothie!


mercoledì 16 novembre 2011

Sweet November

È passato un po' di tempo dall'ultimo post. Nei giorni scorsi ho lavorato parecchio (il Natale in azienda inizia a fine Ottobre, e la frenesia si protrae fino a metà Gennaio), ma sono comunque riuscita a scattare un po' di foto che hanno per protagonista le mie pigre giornate casalinghe in questo autunno inoltrato.
Sono davvero grata per le giornate di sole che ancora ci toccano (anche oggi qui è bello)...non ho nessuna voglia di affrontare un lungo inverno! In realtà ho sempre adorato il freddo...ma sono cresciuta a Firenze dove di neve ne scende pochina. Adesso è tutta un'altra storia (e per andare al lavoro devo prendere l'auto).
Venerdì partiamo per un weekend ad Amsterdam, e spero con tutto il cuore che anche in Olanda il tempo mite ci assista. Sperèm!

It's been a while since my last post. I have been working till late in the past days (Christmas starts in October when you have to prepare the Seasonal Campaign...and the frenzy does not stop until mid-January), but I was still able to take a few pictures celebrating my lazy late-autumn weekends at home. I really am grateful for the sunny days we are still getting...I really do not feel like going through a long winter again! Actually, I used to love cold winters...but I grew up in Florence, Tuscany, where it does not snow that often. Now it's a whole different story, as I am living in the North of Italy and I have to drive to the office :/
We are leaving for a weekend trip to Amsterdam on Friday, and I truly hope the weather will be good in Holland as well. Fingers crossed!

homemade croissants and cappuccino
sleeping cutie
peeping cutie

lunedì 7 novembre 2011

Biennale di Venezia: ILLUMInazioni - part 1

Ieri sono stata a Venezia per la Biennale d'Arte. Sono andata assieme alla mia amica Irene, una ragazza alta, snella e stilosissima. La giornata era piovosa, ma per fortuna ci siamo risparmiate l'acqua alta (che invece ha colpito sia sabato che oggi). In effetti siamo state un po' sconsiderate perché non abbiamo nemmeno controllato le previsioni...in ogni caso c'è andata bene.

Yesterday I went to Venice for the Art Biennale. I went with my friend Irene, a tall, sleek and stylish girl. It was a rainy day, but luckily high water spared us. We were really lucky as there was high water on the day before and there is today. We actually were a bit reckless as we did not check the forecasts...we had our happy ending though!

Il pomeriggio la pioggia si è fermata e il mondo si è trasformato: i contorni delle cose si sono fatti nitidissimi, il cielo grigio ha preso una luminosità incredibile, l'aria era trasparente e brillante. Sembrava quasi che avessero ritoccato tutto il paesaggio con photoshop, aumentando i contrasti e la saturazione. L'acqua rifletteva l'intero spettacolo raddoppiando la meraviglia. Una cosa incredibile. Un trionfo dell'autunno. Il titolo della mostra, ILLUMInazioni, è d'improvviso diventato calzantissimo.

At some point in the afternoon the rain stopped and the world completely transformed itself: contours were incredibly sharp, the grey cloudy cky took on an extraordinary brightness, the air was transparent and brilliant. It looked like someone had photoshopped the whole view, increasing contrasts and saturation. The water reflected this amazing sight, doubling the marvel. A breath-taking vision. An Autumn triumph. The exhibition's title, ILLUMInations, suddenly became extremely fitting.

Peccato che la mia macchina fotografica sia morta dopo la prima mezz'ora...non ho potuto immortalare niente di tutto questo :(
Che sia un segnale? Che sia finalmente giunta l'ora di comprarmi una tanto sospirata reflex? :) ...tra l'altro Natale è vicino e potrei farmi un auto-regalo... (accettasi suggerimenti: io pensavo alla Canon EOS ma purtroppo non ho mai avuto modo di sperimentare altre marche o modelli).

Unfortunately my camera's battery was low and it died after the first 30 minutes. I could not shoot any of this :( Maybe it's time for me to finally purchase a proper reflex camera: any suggestions?

Venendo alla mostra, mi è davvero piaciuta moltissimo. In realtà ieri abbiamo visto solo l'Arsenale (e abbiamo pure dovuto correre), ma ritorneremo in un prossimo weekend per vedere anche i Giardini.
Il padiglione che mi è piaciuto di più, e lo dico con orgoglio ma senza essere di parte, è quello dell'Italia. Era caotico, colorato, intenso. Stimoli visivi, uditivi e sensoriali a profusione. Molto più coinvolgente e d'impatto rispetto all'ordine e alla "pulizia" degli altri padiglioni. Purtroppo la mia macchinina fotografica era già KO a quel punto. Ma non credo che comunque sarei stata in grado di rendere l'idea!


The exhibition really was great. We only visited the Arsenale section (and we almost had no time to finish it, yet!), but we will go back one of the coming weekends to visit the Central Pavillion at Giardini as well.
The pavillion I liked the most, I must admit, was Italy's. I am proud of it, but nonpartisan. This section was chaotic, colourful, intense. There were loads of visual, auditive and sensorial stimulous. It was a lot more involving and stunning than the other sections, which were clean and tidy. Unfortunately my camera was already off - however I think I wouldn't have been able to portrait all of this.


Per chi fosse curioso, sotto trovate alcune immagini delle prime sale che abbiamo visitato.

For those of you who are curious, you will find some of my photos below.





self-portrait in the self-portrait






Quest'opera era spettacolare ma purtroppo la foto non rende molto bene l'idea. Era una specie di monumento alla patria, contornato da sedie e figure umane, tutti interamente realizzati in cera. Vari stoppini erano stati accesi su ogni figura, e le fiammelle bruciavano, sciogliendo la cera. Per terra ce ne'ra un vero e proprio lago.



venerdì 4 novembre 2011

Verona

Martedì, approfittando del giorno libero, siamo andati a passeggiare per Verona.
Di certo la città è più bella d'estate, nelle notti calde, quando la gente esce chiacchierando dall'arena e si riversa nei locali attorno alla piazza per una tarda cena. È bello affacciarsi dal Belvedere al tramonto, bere lo spritz in piazza delle Erbe.
Ma anche in questo inizio di Novembre non ha mancato di mostrare tutto il suo splendore.
Complice anche il tiepido sole che invitava a godersi l'autunno.

Tuesday was bank holiday, so we decided to have a quick trip to Verona.
The city is definitely more charming during the summertime, on warm nights, when people stream out of the Arena to crowd restaurants around the square for a late dinner. It's so nice to overlook the city from the high viewpoint of the Belvedere at sunset, and drink a spritz in the Piazza delle Erbe.
But even on an early November afternoon, the city did not fail to show off all of its beauty. For sure the pale autumn sun of that day played its part in that.





Julietta's graffiti - wall of Juliet's house

lunedì 31 ottobre 2011

dark parquet

Si dice che il parquet andrebbe scelto di un colore chiaro. Per vedere meno i graffi, e per dare luminosità. Non troppo tempo fa era addirittura esploso il parquet chiarissimo dall'effetto invecchiato - avete presente, no?

A me il parquet piace da impazzire, in tutti i modi. Ma se dovessi scegliere ora, lo prenderei decisamente scuro. Guardate qua sotto e ditemi se non è bellissimo...da' una profondità incredibile.

They say that the perfect colour for a parquet is a light brown. Scratches will be less visible, and the final result will be brighter. The latest trend was almost-white, aged parquet - you all have seen it I think.

I really have a passion for parquet floors, whatever colour they are. However, if I had to pick one now, I would definitely choose a dark brown. Look at these photoes and the incredible depth that it gives to the room...it's beautiful.


people are wonderful, and do wonderful things

This is a declaration of love to all the people in the world.
Sometimes they make me angry, sometimes they make me hurt. Sometimes they are just not fair.

But they are wonderful, poetic and fragile. They are strong, they are brave, they are fun.

And they make beautiful things.

Here are some great pics I found on some new blogs I discovered (and an "old" dear acquaintance of mine ;)):
both by Maria from http://schorlemaedchen.blogspot.com/
by Alessandra ♥ from http://www.alessandradelbono.com/

by Katie from http://thankyouok.blogspot.com/

Thanks.

martedì 25 ottobre 2011

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...